GUADAGNA CON IL DROPSHIP OFFERTECARTUCCE

OfferteCartucce si prepara a lanciare un progetto di vendita ed assistenza verso tutti i rivenditori di toner e cartucce da stampa compatibili, privilegiando i nuovi canali di servizi di DROPSHIPPINGa costo zero per i rivenditori. Cos' è il DROPSHIP ? - Il dropship è un'opportunità che poche aziende riescono a creare Read more

TONER TN2010 COMPATIBILE PER STAMPANTE BROTHER HL2130 DCP7055 DCP7057

La cartuccia toner BROTHER TN2010 COMPATIBILE per stampanti LASER BROTHER HL2130 DCP7055 DCP7057 Toner compatibile che vanta dal suo canto la caratteristica di avere il tamburo di stampa separato dal toner. Questo consente la vendita separata dei due componenti ed offre estrema maneggevolezza e rapidità di sostituzione. Le stampanti e multifunzione abbinate Read more

TONER TN2000 COMPATIBILE PER STAMPANTE LASER BROTHER HL2030 HL2040 HL2070N MFC7820N DCP7015 DCP7020

La cartuccia toner BROTHER TN2000 COMPATIBILE per stampanti LASER BROTHER HL2030 HL2040 HL2070N MFC7820N DCP7015 DCP7020 preise levitra 20mg è un prodotto estremamente versatile poichè è utilizzato su stampanti e multifunzioni di differenti categorie di impiego, dall’uso domestico a quello aziendale. La cura nei dettagli di costruzione rappresenta il vero Read more

TONER HP CB540A COMPATIBILE PER STAMPANTE HP COLOR LASERJET CP 1210 1215 1510 1515 1518 CARTRIDGE 716BK CANON LBP5050

La cartuccia toner HP CB540A COMPATIBILE per stampanti HP Laserjet Color è compatibile con i modelli HP COLOR LASERJET CP 1210 1215 1510 1515 1518 CARTRIDGE 716BK CANON LBP5050 Il toner come da descrizione è il nero della serie a colori che garantiscono stampe rapide di ottima qualità. La serie Read more

Risultati delle misurazioni dell’emissione di polveri di toner

Risultati delle misurazioni dell’emissione di polveri di toner

misurazione emissione polveri di tonerSe si vuol valutare un effetto potenzialmente nocivo delle polveri di toner, è importante considerare le emissioni effettivamente liberate nelle operazioni di copia e di stampa. Tali emissioni dipendono non solo dalla composizione del materiale del toner, ma anche da un gran numero di fattori diversi, per esempio il tipo di cartuccia, la temperatura d’esercizio, la velocità di copia, la durata dell’utilizzo della fotocopiatrice.

Sulla base di studi recenti sembra che la quantità di polvere inalabile all’interno di locali adibiti a stampa è tra 60 e 80 μg/m3circa, indipendentemente dal fatto che vengano utilizzate stampanti laser o fotocopiatrici. Le misurazioni di polvere di toner, cobalto e nichel hanno mostrato che la concentrazione di polvere nella zona di respirazione dei lavoratori era inferiore a quella dell’aria esterna. Durante l’uso, fotocopiatrici e stampanti rilasciano nell’aria anche composti organici volatili (COV), il cui quantitativo è collocabile pressappoco nell’ordine dell’inquinamento di fondo della popolazione generale, quindi a quella stessa concentrazione alla quale attualmente l’uomo è esposto attraverso l’ambiente. Perciò, sono ampiamente al di sotto del valore limite di esposizione professionale per le rispettive singole sostanze.

Nel 2007, l’università di Giessen ha pubblicato i primi risultati di uno studio pilota per valutare le possibili relazioni tra le emissioni delle apparecchiature da ufficio, soprattutto fotocopiatrici e  stampanti laser, e i danni per la salute degli impiegati d’ufficio (Studio sui toner, direttore dello studio Prof. Dr. V.H. Mersch-Sundermann). Tale studio ha evidenziato che, all’accensione delle stampanti laser, per un breve lasso di tempo (vale a dire pochi minuti) la concentrazione delle particelle ultrafini può crescere in misura significativa. Per gli autori non è ancora chiaro quale rilevanza abbia per la salute l’emissione di tali particelle ultrafini ma confermano che al momento non è possibile desumere effetti acuti per la salute dalle singole variabili misurate nello studio pilota. Gli autori sono convinti inoltre che, in relazione agli ordini di grandezza dei TVOC (composti organici volatili totali) trovati, non vi siano da temere effetti negativi per la salute sugli impiegati degli uffici. L’Istituto federale per la valutazione dei rischi, in qualità di committente, ha confermato che, in base ai risultati delle misurazioni, non si devono temere effetti dannosi per la salute legati ai composti organici volatili (COV) sugli impiegati degli uffici. Le concentrazioni di polvere erano nell’ordine di 60 – 80 μg/m3, quindi molto al di sotto del valore limite di esposizione professionale. A prescindere dalle questioni ancora aperte nella quantificazione e nell’identificazione delle particelle con diametro ridotto emesse inizialmente nelle stampanti laser, non è stato possibile attribuire a queste effetti acuti sulla salute.

La Queensland University of Technology di Brisbane, Australia, ha condotto uno studio, pubblicato sul web nell’agosto 2007, autori: Congrong, Morawska, Taplin, rilevando che le stampanti laser possono essere una fonte di particelle e aerosol ultrafini e che i tassi di emissione variano in base alla tipologia di apparecchio. Inoltre si è scoperto che la maggior parte delle stampanti esaminate non provoca un aumento della quantità di particelle di diametro inferiore a 1 micrometro (PM1). Lo studio non dice nulla su eventuali effetti sulla salute, né tanto meno sono stati eseguiti accertamenti medici.

Posted on in Ambiente e Sicurezza, Toner Lascia un commento

Add a Comment

Blue Captcha Image
Aggiornare

*